Nel cielo di Parigi

“Mi mandano a Parigi. Perché proprio io? Maledetta sfilata”. Sarebbe rimasta piuttosto in redazione, a fissare il vuoto da dietro la macchina da scrivere. “Seppellitemi tra le riviste, archiviatemi in uno schedario. Il mio soldato non è tornato, è caduto in Normandia. E il mondo non ha più senso, l’ha perso nella guerra. Lasciatemi gelare Leggi di piùNel cielo di Parigi[…]

Il segreto dell’Airone

Nella luce opaca delle lanterne di riso, lo stilo scricchiolava sul quadrato di carta rossa. Due ideogrammi, tre, quattro: Sakura, bocca di ciliegi in fiore. Sei, sette, i suoi piedi, gli steli del loto. Otto e nove, il suo odore di bucato fresco. Dieci, undici e dodici, “Fuggite con me sulle isole del vento. Lascio Leggi di piùIl segreto dell’Airone[…]